Forum Intenazional.biz
San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo 001_ac10San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo Lrbzyw10


San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo Empty San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo

Messaggio  vayiolet.ta il Dom 16 Feb 2014 - 23:06

San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo Ws1qqg




Civibus exultant Urbes magis Erbita Sancto Luca Casali Patria clara suo.

Fratribus elusus Populum fore praedicat orbus
Facto fine, Amen res nova saxa tonant.


Esultano le città coi cittadini e soprattutto Herbita,
patria famosa per il santo Luca Casale.
Schernito dai frati, predica cieco al popolo assente
e per un prodigio, cosa straordinaria, i sassi rispondono amen .


Nicosia (Enna)), IX secolo – Agira (Enna), 890 ca.

Martirologio Romano: Ad Agíra in Sicilia, San Luca Casale di Nicosía,
monaco, pieno di umiltà e virtù.



La Vita di S. Luca Casale da Nicosia, oggi irreperibile, è stata scritta da un monaco di nome Bonus. Il gesuita Padre Ottavio Caetani (†1620) la trovò in antichi manoscritti, redatti, egli dice, in lingua barbara, che pubblicò dandogli una forma migliore: "vitam hanc S. Lucae barbara dictione scripta accepimus ex libris Nicosiensibus manu exaratis. eam ob causam paululum à nobis concinnatam oportuit"(O. Caetani).
La medesima biografia fu pubblica nel 1668 dai padri bollandisti G. Henskens e D. Papebroch negli Acta SS. (v. bibl. n.4).
Luca nacque nella città di Nicosia, in Sicilia, nel quartiere di S. Michele Arcangelo. Fin dalla giovane età si dedicò agli studi sotto la guida di un sant'uomo che in quel tempo dimorava nel medesimo quartiere. All'età di dieci anni fu condotto dal suo maestro nel monastero di Agira dove, desiderando vivamente di servire Dio, prese l’abito monastico. Ben presto si distinse per le sue virtù e, meritando il consenso di tutti, più tardi venne ordinato sacerdote. Risplendettero a tal punto le sue virtù e bontà d'animo che molti fedeli accorrevano a lui come ad un padre ed egli li accoglieva di buon grado con l'ascolto del cuore e le parole di conforto, dispensando aiuto morale e materiale. Alla morte dell'Abate fu desiderio unanime dei suoi confratelli, non ritenendo nessun altro più degno, che egli assumesse la carica e lo designarono alla successione, ma egli, per la sua modestia, rifiutò non ritenendosi degno di quell'onore. I confrati si rivolesero al Sommo Pontefice, ottemperando alla cui volontà Luca accolse la prefettura del monastero.
Divenuto cieco e anziano, continuò a svolgere con zelo il suo apostolato. Un giorno, ritornando da Nicosia, ove si era recato in compagnia di alcuni confratelli per visitare i suoi parenti, giunti poco fuori dalla città, nei pressi di una fonte, i frati che lo accompagnavano furono presi da una strana voglia di prenderlo in giro. Gli fu fatto credere di trovarsi dinanzi ad una moltitudine di cittadini di Nicosia che lo seguivano ansiosi di ascoltarlo ed il santo, salito su una piccola altura (v.fig.2), predicò in un luogo deserto. Finito il discorso, impartì la benedizione, ed alle consuete parole conclusive "per omnia saecula saeculorum", le pietre risposero: Amen, Amen. Dinanzi a tale prodigio i religiosi che l’accompagnavano si prostrarono in ginocchio ai suoi piedi chiedendo perdono: "Pater Sancte, precare Deum pro nobis, in quem peccavimus, deridentes te"(Bonus).







San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo 1znpma8
I frati, pentiti, chiedono perdono. Dipinto
sulla predella della statua di S.Li Volsi (XVIII sec.)

Ritornati ad Agira raccontarono a tutti il prodigio cui avevano assistito incrementando la fama di santità di cui gia godeva l'Abate.
Passò al Padre il buon Luca in buona vecchiaia, nel monastero di Agira, il 2 marzo di un anno imprecisato.
La sua fama di santità crebbe tanto che il suo corpo fu deposto nella stessa urna di s. Filippo di Agira, e fu introdotto dal Sommo Pontefice nel numero dei santi: "in sanctorum numerum à Summo Pontifice relatus est, efflagitante opido Agyrio" (Bonus). I Nicosiani, suoi concittadini, eressero una piccola chiesa a lui intitolata (andata distrutta probabilmente per una frana) sul luogo in cui era avvenuto il miracolo dei sassi, nella contrada ancora oggi chiamata S.Luca, a circa tre chilometri a est della città. Probabilmente in seguito alle invasioni saracene, si perdette il ricordo del suo sepolcro, ma il culto continuò. Nel 1575, essendo stata Nicosia liberata dalla peste per l'intercessione del Santo, il popolo ed il senato, riconoscenti, decisero (nel 1586) di celebrare la festa di S. Luca a spese dell’erario pubblico, di erigere una chiesa a lui intitolata e di chiedere al papa di riconoscerlo patrono della città.
Nel 1596, il 25 del mese di luglio, durante alcuni lavori nella chiesa di Agira, il corpo fu ritrovato insieme con quelli di s. Filippo Presbitero, di S. Filippo Diacono e di s. Eusebio. Il senato di Nicosia chiese allora una reliquia e ricevette una costola che fu trasportata con grande solennità nella città natale. Benedetto XIV parla del suo culto nel de Canonizatione Sanctorum e ne conferma la Santità in una una breve all’arcivescovo di Messina, datata 28 febbraio 1747 (v. bibl. n.6). La Chiesa di Agira trasse le lezioni del secondo Notturno dall'anzidetta lettera del pontefice .
Gli storici ed i critici discutono sul tempo in cui il santo visse: il Ferrari (v. bibl. n.1) lo dice morto ca. l’anno 890, il Caetani ca. il 1164 (v. bibl. n.3), e i due ricordati bollandisti, più prudentemente, sono incerti. Tutto sommato, sembra sia vissuto nell' VIII secolo, prima che gli arabi occupassero il centro della Sicilia. Si è anche in dubbio circa l'Ordine cui appartenne: il Bucelino (v. bibl. n.2), che lo pone nel Menologio Benedettino, confonde i sui Atti con quelli di S. Leone Luca da Corleone, di cui si fa menzione il 1° marzo; altri lo considerano basiliano.

La sua festa si celebra il 2 marzo.








«Statua di S.Luca nella chiesa di S.Michele a Nicosia»


vayiolet.ta
vayiolet.ta
Founder Admin
Founder Admin

Punti Punti : 6243

Torna in alto Andare in basso

San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo Empty Re: San Luca Casali da Nicosia Abate 2 Marzo

Messaggio  SkearTi il Dom 29 Giu 2014 - 10:25

che dirti sei grandeeeeeeeeeeeeeeeee
SkearTi
SkearTi
GlobalAdminSke
GlobalAdminSke

Punti Punti : 1114

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum